GRUPPO DI LAVORO CRC

- IPDM -
Istituto per la Prevenzione del Disagio Minorile

GRUPPO DI LAVORO CRC

Gruppo di Lavoro per la Convenzione sui diritti dell’Infanzia e dell’Adolescenza

Nel dicembre 2000 si è costituito il CRC con l’obiettivo prioritario di preparare un rapporto sulla condizione dell’infanzia in Italia, supplementare a quello presentato dal governo italiano, da sottoporre al Comitato ONU sui Diritti per l’infanzia e l’adolescenza.

Il Rapporto Supplementare. “I diritti dell’infanzia e dell’adolescenza in Italia-la prospettiva del terzo settore” viene presentato a Roma annualmente, ed è sottoscritto da molte associazioni e organizzazioni non governative Italiane.

Il documento pur non avendo la finalità di analizzare in maniera esaustiva tutte le questioni legate all’infanzia e all’adolescenza in Italia, vuole fornire al Comitato ONU uno spunto di riflessione evidenziando i nodi critici del sistema.

Dal 2005 l’IPDM partecipa alle attività della CRC, in particolar modo relativamente alla stesura del Paragrafo del Rapporto Supplementare inerente la pedopornografia online e attraverso le nuove tecnologie (cellulari di ultima generazione).

Per informazioni e/o richieste:

Gruppo di Lavoro per la CRC c/o
Save the Children Italia, via Firenze 38 – 00184 Roma
e-mail info@gruppocrc.net

E’ possibile prendere visione dell’ultimo Rapporto Supplementare visitando il sito del Gruppo CRC e leggerne il comunicato stampa sul 10° Rapporto CRC QUI.

Sono inoltre online i dati regione per regione (novembre 2021).

IPDM – Istituto per la Prevenzione del Disagio Minorile
Codice Fiscale: 97182120580

Sede Legale:
Corso Trieste 63
00198 Roma

Orari di Segreteria:

martedì e venerdì

dalle 15.00 alle 18.00

IPDM – Istituto per la Prevenzione del Disagio Minorile

Sede operativa:
Via Capitan Casella 14
00122 Roma (Ostia Lido)

Per contattarci:
+390690212566
info@ipdm.it

Get in Touch

2 + 9 =

Non-Discrimination Policy

IPDM  does not and shall not discriminate on the basis of race, color, religion (creed), gender, gender expression, age, national origin (ancestry), disability, marital status, sexual orientation, or military status, in any of its activities or operations. These activities include, but are not limited to, hiring and firing of staff, selection of volunteers and vendors, and provision of services. We are committed to providing an inclusive and welcoming environment for all members of our staff, clients, volunteers, subcontractors, vendors, and clients.