CENTRO CLINICO

In sinergia con il progetto “Cometa Blu”, l’Istituto ha avviato un Centro Clinico con il quale offrire un servizio di psicodiagnosi e psicoterapia breve a livello territoriale. Al Centro Clinico possono afferire adolescenti (dai 15 anni in su), giovani e persone adulte, in situazione di difficoltà economica o meno, inviate anche da altre istituzioni o realtà del privato sociale collegati all’Istituto per la Prevenzione del Disagio Minorile.
L’accesso al servizio avviene a seguito di accoglienza telefonica (i riferimenti sono in fondo alla pagina), tramite la quale viene effettuata una prima valutazione della richiesta dell’utente.
L’intervento si articola in 1-3 incontri per la valutazione e la presa in carico ed un ciclo di 18/21 sedute di psicoterapia breve, con incontri a cadenza settimanale, oltre ad 1-2 incontri eventuali di follow-up. Il presente progetto si colloca come modalità di prevenzione secondaria e terziaria. La prevenzione di tipo secondario è finalizzata all’identificazione e all’intervento sui disturbi nei primissimi stati di insorgenza ed è volta a contrastare l’evoluzione e l’acutizzazione del disagio. A tale proposito, inoltre, è importantissima l’individuazione precoce e tempestiva dei sintomi per rendere l’intervento valido in termini di efficienza ed efficacia. La prevenzione di tipo terziario si riferisce all’intervento in presenza di un disturbo, dunque appare più vicina ad un vero e proprio trattamento. Questo tipo di prevenzione fa riferimento all’attenuazione delle conseguenze di un disturbo che si è già manifestato, può dunque essere considerata una sorta di “riabilitazione per ripristinare le capacità”.
L’approccio utilizzato si fonda sostanzialmente sull’Analisi Transazionale, rispettandone l’insieme sia dei principi teorici che di quelli filosofici come l’OK-ness, la Contrattualità e la Decisionalità. Tali elementi all’interno di un trattamento breve indirizzano gli interventi terapeutici verso il rinforzo delle risorse dell’utente: la sua consapevolezza, autoaffermazione e responsabilizzazione, favorendo così le possibilità di cambiamento in un lasso di tempo limitato.
Per accedere al servizio si richiede il versamento della quota associativa di Euro 15,00 e di un contributo spese minimo (meno di Euro 10,00 a seduta) nel caso in cui venga attuato il ciclo di incontri.

L’attività clinica è coordinata dalle Dott.sse Laura Bastianelli, Sandra Maffei e Amelia Pulvirenti, docenti nelle Scuole di Psicoterapia IFREP, UPS e SSPT.

Per informazioni e/o richieste:
lunedì e venerdì
dalle 15.00 alle 18.00 

telefonare al numero 06.90212566, al cellulare 345.486.3197,
oppure inviare una mail all’indirizzo
ipdm@soschild.org